skip to Main Content
Le Caratteristiche Dell’hosting Ideale

Le caratteristiche dell’hosting ideale

Il mercato dell’hosting è sempre più variegato e presenta così tante sfaccettature che il rischio di effettuare una scelta errata è dietro l’angolo. Ogni giorno ci confrontiamo con realtà aziendali che molto spesso si trovano a gestire pacchetti hosting non adeguati alla propria attività. Hosting condivisi da poche decine di euro su cui far girare grandi siti di e-commerce o al contrario server dedicati su cui è installato un unico sito che non fa traffico.

Quali sono quindi le caratteristiche dell’hosting ideale per la propria attività? Vediamo qui di seguito i punti principali:

Hosting condiviso Vs Hosting dedicato

La prima cosa da sapere per chi si accinge ad acquistare un piano hosting è che esistono due tipologie di piani: l’hosting condiviso (shared hosting) e l’hosting dedicato (dedicated hosting).

Nel caso dell’hosting condiviso il nostro sito si trova all’interno di un server assieme ad altri; il numero dei siti ospitati dipende dalle politiche commerciali del provider. A parità di prestazioni della macchina più siti ci sono su quel server e meno risorse avremo a disposizione. Il 95% dei siti in Italia è ospitato presso hosting condivisi.

L’hosting dedicato è invece l’esatto contrario: il nostro sito si trova su un server appositamente destinato a noi. Questo comporta numerosi vantaggi a livello di prestazioni ma fa ovviamente lievitare l’aspetto economico.

Senza entrare troppo in tecnicismi ecco i pro ed i contro delle due soluzioni:

Vantaggi hosting condiviso

  • Bassi costi (i piani di hosting condiviso partono da poche decine di euro all’anno)
  • Nessuna competenza tecnica richiesta
  • Attivazione rapida del piano

Svantaggi hosting condiviso

  • Risorse limitate
  • Nessuna possibilità di personalizzazione
  • Più rischi a livello di sicurezza rispetto ai piani dedicati (ma qui dipende molto dal provider scelto)

Vantaggi hosting dedicato

  • Risorse dedicate esclusivamente al nostro progetto
  • Possibilità di personalizzazione della macchina

Svantaggi hosting dedicato

  • Alti costi
  • Competenze tecniche richieste per la configurazione dei servizi
  • Fase di attivazione più lunga rispetto ad uno shared hosting

Nella maggior parte dei progetti un hosting condiviso va più che bene a patto però che sia un servizio professionale; in questo caso il prezzo è un ottimo indicatore nel senso che è impossibile trovare buoni servizi di hosting condiviso a 10-20 euro all’anno. La scelta invece di optare per un dedicated hosting è consigliabile quando il sito è molto grande oppure fa parecchio traffico (nell’ordine delle 5 mila visite giornaliere). Questi sono tutti consigli in linea teorica in quanto esistono notevoli differenze tra un provider e l’altro in termini di hardware, di setup e di assistenza.

Esiste anche poi un servizio che definiremmo ibrido ovvero l’hosting semidedicato. A seconda del piano e del fornitore l’offerta cambia ma in sostanza vengono garantite determinate risorse al nostro sito il quale si trova su un serve in condivisione con altri ma con un numero limitato di utenti. Questo potrebbe essere un buon compromesso tra chi cerca un servizio con prestazioni maggiori rispetto ad uno shared ma con prezzi più contenuti rispetto ad un dedicated. Anche in questo caso molto dipende dall’affidabilità del provider scelto.

Hosting Windows Vs hosting Linux

Un’altra differenza da tenere in considerazione quando ci accingiamo ad acquistare un hosting è il sistema operativo installato sul server. Anche in questo caso abbiamo due scelte: hosting Windows ed hosting Linux.

La scelta in questo caso sarà molto semplice perchè sarà determinata dal linguaggio di programmazione che utilizzeremo per creare il nostro sito. Sceglieremo hosting Windows per applicazioni sviluppate in .ASP o ASP. Net con database MS SQL mentre acquisteremo un piano di hosting Linux per sviluppare progetti in PHP, Python, Ruby su database MYSQL. L’utilizzo dei CMS più popolari (WordPress, Joomla, Drupal, Magento, Prestashop) rientra in questa casistica.

Nella scelta tra hosting Windows ed hosting Linux vanno fatte alcune ulteriori precisazioni:

  • Se il nostro sito è in html non vi è alcuna differenza tra la scelta di uno o dell’altro piano
  • L’hosting Windows, se opportunamente configurato, supporta anche PHP. Se abbiamo un sito in .ASP e dobbiamo rifarlo in PHP nulla ci vieta di mantenere quella tipologia di hosting ma se abbiamo la possibilità di scelta, meglio sempre optare per l’hosting più opportuno

Passare da hosting Windows a hosting Linux e viceversa

Il passaggio da un tipo di hosting all’altro all’interno del medesimo provider solitamente è un’operazione consentita, in alcuni casi addirittura non vi sono costi da sostenere ma sono operazioni regolamentate dal provider stesso. In caso di necessità quindi la cosa migliore da fare è di rivolgersi al proprio fornitore aprendo un ticket. Lo switch solitamente comporta la perdita dei dati, pertanto è d’obbligo fare prima di tutto un backup.

Altre caratteristiche da valutare per scegliere un buon hosting

Esistono poi altre caratteristiche che è bene valutare prima di effettuare la scelta di un hosting, vediamo le principali

Uptime hosting

L’uptime di un hosting indica il tempo nel quale il server dove è ospitato il nostro sito è visibile su interner. L’uptime viene solitamente espresso in percentuale ed al giorno d’oggi ha valori superiori al 99,5%. Anche se questo è un valore che viene dato per scontato, un’occhiata all’uptime dell’hosting provider non fa mai male.

Backup e restore automatico hosting

Un’altra caratteristiche che aumenta il valore del servizio hosting è sicuramente la funzione di backup e restore (ripristino) automatici. Un attacco al nostro sito o più semplicemente un nostro errore durante l’aggiornamento sono situazioni che potrebbero verificarsi e se non siamo molto esperti potrebbero rivelarsi parecchio problematici. Perchè non dotarsi di un servizio che includa la possibilità di salvare automaticamente tutto il nostro sito e di poterlo ripristinare in caso di necessità?

Pannello di controllo hosting

Anche il pannello di controllo con il quale gestiamo il nostro servizio di hosting è una caratteristica da non sottovalutare, specie se dobbiamo gestire più siti. In questo caso esistono 3 tipologie di software che possiamo trovare:

  • Software commerciali: esistono dei programmi fatti apposta per gestire comodamente il nostro hosting. I due più conosciuti sono Cpanel e Plesk. Entrambi hanno un fee annuale che è già incluso nel costo dell’hosting quando effettuiamo l’acquisto.
  • Software open source: esistono anche dei software open source che hanno le medesime funzionalità di quelli a pagamento. Essendo free non hanno nessun costo di licenza e possono essere liberamente installati sul server per la gestione del nostro hosting. I più famosi sono Webmin e ISPConfig.
  • Software proprietari: in questo caso il proprietario dell’hosting ha sviluppato un’interfaccia di proprietà per la gestione dei servizi.

Assistenza tecnica hosting

Un altro fattore da considerare è l’assistenza tecnica fornita dall’hosting provider. Chiediamoci ad esempio quali sono i canali che abbiamo per contattarli in caso di necessità (telefono, chat, email, ecc ecc). Molto importanti sono anche i tempi di evasione delle richieste; se abbiamo ad esempio un sito e-commerce down abbiamo la necessità che torni online il prima possibile. Se acquistiamo un hosting da poche decine di euro all’anno non possiamo aspettarci che i ticket vengano evasi in 10 minuti.

Localizzazione dell’hosting

L’aspetto della localizzazione dell’hosting al giorno d’oggi non è più così importante in quanto con l’avvento di servizi di CDN (Cloudflare in primis) i contenuti vengono consegnati all’utente dal server più vicino. Fino a qualche tempo fa invece era piuttosto importante. Un hosting localizzato in Inghilterra ad esempio sarebbe stato l’ideale per un sito di un attività nel Regno Unito e così via.

In questo articolo abbiamo visto le caratteristiche di un hosting ideale e le principali differenze. Alcuni fattori sono oggettivi come le caratteristiche tecniche, altre invece sono molto soggettive e dipendono molto dal tipo di provider scelto. Per la scelta del miglior hosting in base alle vostre necessità siamo a disposizione per una consulenza: contattateci senza impegno.

 

error: Content is protected !!
Back To Top