Skip to content
procedura di aggiornamento manuale di wordpress

Come aggiornare WordPress manualmente

Una delle caratteristiche più apprezzate di WordPress è sicuramente il fatto di poter essere utilizzato sia dai neofiti che da professionisti riuscendo a realizzare progetti semplici e complessi con lo stesso “motore”. Ogni sito o blog realizzato con questo CMS ha in comune un aspetto molto importante che molto spesso viene trascurato. WordPress va tenuto costantemente aggiornato!

Perchè occorre aggiornare WordPress

  • Per ragioni di sicurezza. Gli aggiornamenti permettono di correggere eventuali bug
  • Per ragioni di compatibilità. Affinchè il nostro sito funzioni bene occorre sempre che 3 elementi siano allineati tra di loro: versione php, versione tema/plugin e versione wordpress. Se abbiamo ad esempio un sito con un tema appena aggiornato ed una versione WordPress di 2 anni fa potrebbero esserci problemi di funzionamento.

Per aggiornare WordPress di solito basta cliccare sulla notifica che appare nella parte amministrativa ed in pochi secondi il nostro CMS sarà aggiornato all’ultima versione.

Quando aggiornare WordPress manualmente

A volte però capita di dover aggiornare WordPress a mano, i casi principali sono 2:

  1. L’aggiornamento automatico di WordPress non è andato a buon fine.
  2. Il sito ha problemi e non si riesce ad eccedere al backend

Per completezza occorre specificare che non sempre l’aggiornamento manuale risolve tutti i problemi, ma è sicuramente un primo step da effettuare prima di passare ad altre soluzioni.

Come aggiornare WordPress manualmente

Scaricare l’ultima versione di WordPress

Nella pagina download wordpress è reperibile a questo link. Se vi vengono proposte diverse opzioni scegliete “installazione in autonomia”.

Scompattare il pacchetto

Una volta scaricato il pacchetto zippato occorre scompattarlo. Potete utilizzare il programma gratuito winrar che potete scaricare qui.

Scegliere file e cartelle

Aprire a questo punto la cartella con tutti i file e le cartelle. I file che ci servono sono tutti quelli che iniziano con wp- (es wp-cron.php) mentre come cartelle utilizzeremo wp-admin e wp-includes. Per evitare di fare confusione cancelliamo tutti gli altri files e la cartella wp-content.

Recuperare accessi ftp

A questo punto occorre recuperare gli accessi ftp del vostro sito dal vostro provider di hosting. Abbiamo bisogno di questi 3 dati:

  • host ftp – solitamente l’host è una stringa del genere: ftp.nomesito.ext oppure una serie di numeri es. 126.134.11.39
  • nome utente ftp
  • password ftp

Collegarsi al proprio sito via ftp

Per fare questo è necessario scaricare un programma. Ne esistono moltissimi ma quello che vi consigliamo di utilizzare è Filezilla reperibile a questo link. Una volta scaricato ed installato il programma basterà inserire il nome del sito ed i 3 parametri che abbiamo recuperato in precedenza. Se abbiamo fatto tutto correttamente verremo connessi al sito via ftp dove troveremo i file e le cartelle che lo compongono. A questo punto basterà cancellare i file che iniziano con wp- (tranne il file wp-config.php che no nva toccato) e le due cartelle wp-admin e wp-includes. L’ultima operazione da fare è il caricamento dei nuovi file corrispondenti che andremo ad effettuare tramite un semplice trascinamento nello spazio ftp.

N.B. – è preferibile cancellare prima i vecchi e poi mettere i nuovi anzichè fare la sostituzione diretta in quanto nel caso vi fossero file sospetti o non originali saremo sicuri di eliminarli.

La procedura di aggiornamento wordpress manuale è piuttosto semplice ma se doveste avere qualsiasi necessità potete sempre contattarci.

 

Torna su