skip to Main Content

Breve storia di WordPress

WordPress è un CMS (content management system) creato nel 2003 e sviluppato in php/mysql. Nato esclusivamente come piattaforma per creare blog, al giorno d’oggi grazie alle innumerevoli funzionalità è possibile realizzare anche siti web, portali e-commerce, creare forum e social network.

Tre sono le cose che hanno portato al successo questo strumento: la duttilità, la facilità di utilizzo e la comunità che supporta lo sviluppo e si aiuta a vicenda. Il progetto è completamente open source ed ognuno può nel suo piccolo contribuire alla diffusione ed al miglioramento. La medesima piattaforma può essere usata infatti su più livelli a seconda dello scopo e delle competenze dell’utilizzatore.

Statistiche sull' utilizzo di WordPress

Attualmente 75 milioni di siti al mondo sono stati creati in WordPress, partendo dal piccolissimo blog personale fino ad arrivare al sito della BBC. Queste cifre fanno riflettere sull’enorme diffusione di questo sistema per la gestione di contenuti. Se consideriamo come campione in ordine di classifica il primo milione di siti su scala mondiale realizzati con il sistema del content management system, wordpress detiene il 68% di quote; al secondo posto troviamo Joomla (8%) ed al terzo Drupal (6%). Altri dati statistici su questo cms su scala mondiale:

  • Ogni giorno vengono creati 50.000 nuovi siti in WordPress
  • 409 milioni di persone al mese consultano siti di notizie motorizzati con questa piattaforma
  • Se consideriamo l’intero panorama di siti del world wide web, la quota di mercato è del 27%
  • Il termine “Wordpress” viene cercato sui motori di ricerca come Google e Yahoo 2,7 milioni di volte ogni mese

Temi WordPress

Possiamo immaginare il CMS come un motore che serve per far funzionare il nostro sito. Per mettere mano alla parte estetica abbiamo bisogno di un tema. Esistono temi gratuiti ed a pagamento oppure è possibile crearne uno da zero a seconda delle esigenze dell’utiizzatore o del cliente.

Plugin di WordPress

I plugin sono moduli aggiuntivi che permettono di aggiungere alcune funzionalità al software di base. Ne esistono veramente di tutti i tipi sia gratuiti che a pagamento. Possono essere suddivisi in macrocategorie

Plugin per la gestione delle lingue – WordPress nativamente non ha questa funzione al suo interno, pertanto occorre installare opportuni plugin nel caso si voglia realizzare un sito in diverse lingue. Inutile dire che esistono numerose estensioni, citiamo le due più famose: Wmpl (a pagamento) e Polylang (gratuito). A nostro avviso il migliore è il primo; ad oggi non esiste alcun plugin free che sia stabile, versatile e sopratttutto compatibile con la maggior parte dei temi

Plugin per la gestione del carrello – Anche la funzionalità e-commerce non esiste di default nel cms, in caso di necessità occorre installare un modulo aggiuntivo. Qui a farla da padrone è Woocommerce: l’estensione è gratuita e ci permette di gestire il nostro negozio virtuale

Plugin per aggiungere funzionalità al nostro sito – Esistono numerosi plugin per gestire e controllare vari aspetti del nostro sito; possiamo migliorarne la sicurezza, creare backup automatici, installare sistemi di caching per migliorare le prestazioni, ma anche creare sondaggi online, gallerie fotografiche particolari, ecc ecc. Ad oggi si stima che esistano 50 mila moduli per personalizzare il nostro sito; ovviamente è solo una stima perché molto spesso vengono creati in base alle esigenze del momento.

Curiosità

  • Le versioni di WordPress vengono chiamate con nomi di musicisti del panorama Jazz
  • Il progetto che come abbiamo già scritto è nato nel 2003, è nato dalle ceneri di b2/cafelog, una piattaforma creata nel 2001 che non ebbe però successo

Considerazioni personali

Il fatto che questo sistema sia open source rende questo CMS ideale sia per chi deve fare un piccolissimo blog personale (ad esempio ricette di cucina) ma anche per chi lo deve utilizzare per scopi commerciali (sito aziendale, sito e-commerce, testata giornalistica). Nel secondo caso però è consigliabile affidarsi ad un buon professionista che saprà coniugare la versatilità di questo strumento con la propria esperienza e professionalità, facendo regolare manutenzione ed affiancandolo ad un buon servizio di hosting.

Questo content management system rilascia infatti con regolare cadenza importanti aggiornamenti; è fortemente consigliabile aggiornare sempre il proprio sito WordPress, il tema ed i plugin cercando sempre di avere tutti gli elementi sulla stessa linea preservando così il proprio sito da qualsiasi problematica.

Infine occorre sempre prevedere un sistema di backup. La maggior parte degli hosting già lo prevede; se questa funzionalità non c’è basterà aggiungere…. un plugin!

Contattaci per una consulenza o un preventivo WordPress

Il tuo sito in WordPress ha problemi? Devi creare un nuovo progetto? Desideri migrare da un altro CMS a WordPress? Contattaci senza impegno, la prima consulenza ed il preventivo sono sempre gratuiti.

error: Content is protected !!
Back To Top